La Convenzione di New York del 20 novembre 1989 è lo strumento normativo internazionale più importante e completo in materia di promozione e tutela dei diritti dell’infanzia. Comprende anche i diritti e le libertà attribuiti agli adulti (diritti civili, politici, sociali, economici, culturali).
E’ vincolante per gli Stati che la ratificano e offre un quadro di riferimento normativo nel quale sono confluite tutte le indicazioni maturate in cinquant’anni di sempre difficile difesa dei diritti dei bambini.
E’ stata approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre del 1989 a New York ed è entrata in vigore il 2 settembre 1990.
L’Italia ha ratificato la Convenzione il 27 maggio 1991 con la legge n. 176.

Obbliga gli Stati che l’hanno ratificata a uniformare le norme di diritto interno a quelle della Convenzione e ad attuare tutti i provvedimenti necessari ad assistere i genitori e le istituzioni nell’adempimento dei loro obblighi nei confronti dei minori.

La Convenzione sollecita i Governi ad impegnarsi per rendere i diritti in essa enunciati prioritari e per assicurarli nella misura massima consentita dalle risorse disponibili.
*******
Alla Convenzione sui Diritti dell’Infanzia si accompagnano due Protocolli opzionali
che l’Italia ha ratificato il 9/5/2002 con legge n. 46.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.